Marvel’s Runaways

Sei adolescenti di Los Angeles, amici di infanzia legati dal rapporto di amicizia dei propri genitori, hanno preso strade diverse dopo aver perso un’amica in comune. Quando ricominciano a frequentarsi dopo molto tempo, una notte i sei ragazzi, dotati di poteri speciali ereditati dai rispettivi genitori, scoprono che i loro genitori nascono un terribile segreto che cambierà tutto nella loro vita.

Trama interessante di base, ma sicuramente sceneggiato in modo molto banale. La storia tende ad essere molto ripetitiva episodio dopo episodio, ed anche se qualche colpo di scena c’è, non è sufficiente a rendere il tutto sufficientemente interessante.

Un vero peccato per la Marvel, che sforna un prodotto di basso livello. Mi sarei aspettato qualcosa di più, cosa che sicuramente avrebbero potuto tirar fuori da questa storia. Ma nulla, la serie non merita.

Snowpiercer (2° stagione)

La lotta di potere tra Wilford e Layton continua, tra sotterfugi e atti di forza sulle ruote di due treni legati tra loro. Intanto Melanie scesa dal treno lotta per la sua sopravvivenza e per quella del mondo intero.

Una sceneggiatura che segue in modo eccellente la prima stagione e, conduce la storia verso nuovi fatti sempre più intrecciati e coinvolgenti. Dirigere una serie completamente interpretata a bordo di un treno non è cosa semplice, ma l’intero cast artistico e tecnico ha fatto un grandissimo lavoro con questa seconda stagione.

Assolutamente da vedere e, vi assicuro che poi non farete altro che sperare nell’arrivo imminente di una nuova stagione!

Next

Una software house crea una intelligenza artificiale eccezionalmente avanzata, a tal punto che questa comincia ad auto programmarsi fino a diventare un pericolo per il mondo intero. Coloro che si troveranno coinvolti in questa storia, dovranno riuscire a fermarla ad ogni costo.

Storia che non ha nulla di nuovo. La sceneggiatura sembra essere una sintesi di Terminator. Si potrebbe quasi dire che è l’inizio, come è nata Skynet. Diretto senza il minimo di spunto interessante o avvincente, con interpretazioni nel più classico degli stereotipi del genere.

Una serie che se di base poteva avere infiniti sbocchi, con idee straordinarie, è finita per essere una tra le tante. Una tra quelle viste e riviste che alla fine non ti lasciano nulla.

Un vero peccato.

The One – La coppia quasi perfetta

“The One” è un programma di abbinamento basato sul patrimonio genetico dell’individuo. A fondare questa azienda è Rebecca, grazie all’aiuto del biolco molecolare James, vera mente dietro al progetto. Nonostante il grande successo del processo, ci saranno anche detrattori e, le cose non saranno così semplici per i creatori del progetto.

Non avendo mai letto il libro dal quale questa serie è tratta, non posso dire quanto la sceneggiatura sia stata fedele o comunque ben sviluppata. Ma, se non avessi saputo dell’esistenza dello scritto, avrei certamente detto che questa non è perfetta. La sensazione che ho avuto è che manchi sempre qualcosa. Che si racconti un po’ di tutto senza mai raccontare nulla dettagliatamente. Il progetto che è alla base della storia è solo accennato, ma poi viene abbandonato e non fa nemmeno da filo conduttore. Il punto cardine sembra essere la protagonista, ma una storia come questa che gira attorno ad un personaggio, non riesce a reggere. Regia, interpretazioni e tutto il comparto creativo non riescono a migliorare le sorti.

Una serie di cui avevo tanto sentito parlare e che forse avevo un po’ troppo sopravvalutato. Non posso dire che sia pessima, ma nemmeno questo capolavoro che avevo immaginato potesse essere. un vero peccato, perché di potenzialità ce n’erano veramente tante.

The Falcon and The Winter Soldier

Dopo la scomparsa di Captain America, è rimasto un grande vuoto tra i super eroi e tra gli americani. Quando poi a questo si aggiunge il ritorno alla vita di metà della popolazione dell’universo, le cose sulla terra cominciano ad essere ancora più difficile. The Falcon, affiancato dal Soldato d’Inverno, dovranno affrontare una dura realtà, che li obbligherà a prendere difficili decisioni.

Una sceneggiatura impeccabile, per una serie diretta nel perfetto stile Marvel Studios. Scenografia, fotografia ed effetti speciali perfetti come sempre.

Una serie che fa seguito ai tanti film del mondo Marvel e che, fa di certo da trampolino per quella che sarà la nuova era del cinema dedicato ai nostri amati super eroi. Una storia curatissima e ben raccontata che riesce a coinvolgere dal primo all’ultimo episodio.

Assolutamente da vedere!