Estraneo a bordo

Dopo che la partenza della missione biennale per la colonizzazione di Marte è partita in modo ottimale, qualcosa di non calcolato arriva a sconvolgere tutto. Un uomo svenuto e rimasto bloccato all’interno dell’astronave e nello spazio con loro. Chi sarà e come ci sarà finito li dentro?

Una sceneggiatura perfetta, di quelle che nonostante un po’ ti aspetti cosa possa succedere, sei sempre li a sperare che possa andare diversamente. Di quelle che non sai se aspettarti se le cose andranno diversamente. Una regia perfetta, a tratti mi ha dato la sensazione di trovarmi in Odissea nello spazio (solo a tratti, eh!), per quell’ansia che il regista è riuscito a ricreare in una spazio così ridotto, con soli 4 attori e con pochi fattori da sfruttare.

Gli attori hanno saputo fare la loro parte, dando la giusta enfasi alla storia.

Un film di quelli che sanno come metterti ansia ma che, alla fine non ti lasciano con l’amaro in bocca.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...