Pochi inutili nascondigli

L’OPINIONE

Pochi inutili nascondigli è fino a questo momento il libro che meno mi ha affascinato tra i libri di Giorgio Faletti.

Sono varie storie che hanno finali sempre abbastanza sconcertanti. Alcune sono più affascinanti, mentre altre lo sono di meno.

Non posso certo dire che siano brutte, perché ci sono stati momenti che mi hanno preso veramente. Ma, nella sua totalità, il libro non mi ha coinvolto come gli altri.

Resta comunque un bel lavoro del compianto Faletti, ma forse non uno dei suoi migliori.

Voto 3/5

DESCRIZIONE

Sette racconti, sette storie, sette viaggi verso non si sa dove. Intorno a ognuno di noi, dentro a ognuno di noi, c’è sempre una parte oscura, un lato in ombra che la luce della ragione ha timore di illuminare per paura di ritrovarsi sconfitta. E in questa zona buia e fantastica si muovono i personaggi di questa antologia, uomini e donne che si trasformano in vittime o carnefici quando si trovano all’improvviso di fronte a un mondo sconosciuto, a un nuovo volto nello specchio, a quella cupa forma di angoscia che solo l’incomprensibile può trasformare in orrore.

INFO

NAZIONE Italia | ANNO 2008 | GENERE Racconti | AUTORE Giorgio Faletti

Annunci

Un pensiero su “Pochi inutili nascondigli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...