Pioggia di ricordi

L’OPINIONE

Pioggia di ricordi è uno dei lavori dello Studio Ghibli che forse meno mi ha colpito. Certo, l’argomento che tratta è certamente molto sentito, ma allo stesso tempo non l’ho trovato particolarmente profondo.

Lo stesso vale per le animazioni, che non mi sono parse dello stesso livello di altre opere dello stesso studio.

Insomma, il film in se non è male, ma non è tra i migliori.

Voto 2/5 Visto in Home Video

pioggia-di-ricordi-immagine-post-02

TRAMA

Nel 1982, a Tokyo, Okajima Taeko è un’impiegata ventisettenne, nubile e senza progetti di matrimonio. In un Giappone in corsa verso l’ammodernamento sociale, Taeko è strangolata tra gli stili di vita moderni e il peso delle convenzioni del pur recente passato, e così decide di concedersi una breve vacanza per tornare alla campagna natia, a Yamagata. Qui la giovane donna trascorrerà un soggiorno di lavoro presso l’azienda agricola del cognato e i ricordi dell’ infanzia la porteranno a rimettere in discussione la scelte della sua vita adulta. (Testo da MyMovies.it)

pioggia-di-ricordi-immagine-post-01

INFO

NAZIONE Giappone | ANNO 1991 | GENERE Animazione | REGIA Isao Takahata

Annunci

3 pensieri su “Pioggia di ricordi

  1. mchan84 ha detto:

    Non lo conosco, ma capisco il tuo punto di vista. Leggo dalla trama che è abbastanza datato ed anche l’anno in cui è stato fatto. Io ho sempre dei problemi con i film che trattano di epoche relativamente passate. Non so come spiegarlo di preciso, un film storico riesco a comprenderlo, uno ambientato anche solo 10 anni fa un bel po’di meno.
    Mchan

    Mi piace

    • sabato83 ha detto:

      È difficile comprendere un modo di vivere che non è il nostro. Ci sembra tutto strano. Se poi ci aggiungiamo che i giapponesi hanno una cultura molto differente dalla nostra, la cosa si accentua ancora di più. Credo di riuscire a comprendere il tuo punto di vista.

      Liked by 1 persona

      • mchan84 ha detto:

        Dopo anni di manga divorati l’uno dopo l’altro, un pochino riesco a comprendere la loro cultura, che poi in tante cose mi ci ritrovo pure, penso che sia proprio il cambio generazionale il mio problema. A volte non riesco a comprendere nemmeno il punto di vita dei ventenni di oggi, proprio un altro mondo.
        Mchan

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...