L’abbazia dei cento delitti

L'Abbazia dei cento delitti (2015)L’OPINIONE Secondo libro della trilogia “Codice Millenarius Saga”, L’Abbazia dei cento delitti” mantiene altissima l’attenzione del suo predecessore.

La storia è incalzante, ed il mistero che man mano viene svelato, è sempre più intrigante.

A questo si aggiungono tutti i segreti che i vari personaggi hanno, e che li rendono sempre più interessanti.

La storia si riempie, poi, di fatti storici che continuano a far evolvere gli eventi in modo inaspettato.

Insomma, la storia riesce a coinvolgere profondamente, senza mai minimamente annoiare.

Assolutamente da leggere!

Voto 5/5

DESCRIZIONE Ferrara, 1347. Il cavaliere Maynard de Rocheblanche sta indagando sulla truce morte del monaco Facio di Malaspina, collegata alla ricerca del leggendario Lapis exilii. Per far luce sulla vicenda, Maynard deve accedere alla corte estense e guadagnarsi la fiducia del marchese Obizzo, signore di Ferrara. Intanto, nella vicina abbazia di Pomposa, l’abate Andrea assiste impotente alla fuga del suo protetto, il giovane miniaturista Gualtiero de’ Bruni, diretto ad Avignone con la speranza di ritrovare la madre. Ma l’inaspettato dilagare della peste nera sovverte i piani di tutti, in particolare quelli di Maynard, che si vede costretto ad affidare i segreti della sua indagine a qualcun altro… Il custode prescelto saprà salvaguardare il mistero del Lapis exilii e proteggerlo dalle brame di chi vuole scoprire ciò che deve rimanere nascosto?

NAZIONE Italia | GENERE Thriller | ANNO 2015 | AUTORE Marcello Simoni

Annunci

2 pensieri su “L’abbazia dei cento delitti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...