L’Abbazia dei cento peccati

L'Abbazia dei cento peccatiL’OPINIONE Non avrei mai immaginato che un giorno mi sarei imbattuto in un libro con una storia ambientata nel 1300, ed invece eccomi qui. “L’Abbazia dei cento peccati” è un thriller storico che ha dello spettacolare. Marcello Simoni è riuscito a costruire una storia fatta di tanti eventi a tratti separati, ma che poi finiscono per unirsi ed intrecciarsi tutti nella storia principale.

Uno stile di narrazione fatto di particolari, ma che non è mai noioso. Non si perde mai in fronzoli inutili, ma tutto ciò che viene descritto serve a capire un pezzo in più del mistero. Nulla è lasciato al caso, e questo riesce a far immergere ancora di più nella storia.

Questo è il primo di una trilogia intitolata “Codice Millenarius Saga”. Assolutamente consigliato!

Voto 5/5

DESCRIZIONE Cosa si nasconde dietro una reliquia di cui solo un monaco conosce il segreto? È l’agosto del 1346, quando il valoroso Maynard de Rocheblanche, sopravvissuto a una disfatta militare, entra in possesso di una pergamena con un enigma vergato. Quell’oscuro testo fa riferimento a una reliquia preziosa, avvolta nel mistero, il Lapis exilii. Sono molti coloro che hanno interesse a impossessarsene, primi fra tutti un ambizioso cardinale di Avignone e il principe Karel di Lussemburgo, desideroso di farsi incoronare imperatore. Per non far cadere l’inestimabile documento in mani sbagliate, Maynard sarà costretto a fuggire. Si recherà prima a Reims, presso la sorella Eudeline, badessa del convento di Sainte-Balsamie, poi nell’abbazia di Pomposa. Proprio lì avverrà il fortunato incontro con l’abate Andrea e il giovane pittore Gualtiero de’ Bruni, insieme ai quali proverà a scoprire la verità sulla reliquia. L’unico a conoscerla, tuttavia, è un monaco dall’aspetto deforme, che ha carpito il segreto del Lapis exilii da un luogo irraggiungibile, il monastero di Mont-Fleur…

NAZIONE Italia | GENERE Thriller | ANNO 2014 | AUTORE Marcello Simoni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...