True Detective (2° stagione)

True Detective (season 2)L’OPINIONE Ditemi quello che volete, ma questo True Detective a me proprio non va giù. Ho visto entrambe le stagioni, e nessuna delle due non mi ha colpito ne coinvolto. Anzi, devo dire che mi sono state del tutto indifferenti. Non c’è stato un solo episodio che mi abbia fatto venire voglia di vedere quello successivo.

Per fortuna erano solo 8.

Questa seconda stagione l’ho trovata un po’ più movimentata della prima, per la presenza di più personaggi, e più situazioni in cui questi venivano coinvolti. Quindi, non riducendo tutto alla storia di soli due protagonisti, la storia mi è sembrata un po’ più complessa. Ma, nonostante questo, non c’è stata una sola volta che abbia avuto il bisogno impellente di vedere l’episodio successivo. Quando ho visto la fine, è stato un sollievo.

Tutto mi è parso particolarmente lento e noioso. Tutto molto ripetitivo. Anche le storie dei vari personaggi, mi davano la sensazione che continuassero a ripetersi episodio dopo episodio, e che stessero li solo per riempire.

Insomma, una noia mortale. Se dovesse esserci una terza stagione, ci penserò un bel po’ su prima di andarla a vedere.

Voto 2/5

TRAMA Un omicidio bizzarro riunisce tre agenti di polizia e un criminale di professione, ognuno dei quali deve muoversi in una rete di cospirazione e tradimento nei paesaggi ardenti della California. Ray Velcoro è un detective compromesso dell’industriale City of Vinci, nella Contea di Los Angeles. Frank Semyon, un signore del crimine e imprenditore, vede i suoi affari minacciati dall’omicidio del suo socio in affari, mentre sua moglie e più stretto alleato lotta con le sue scelte e le proprie. La detective Ani Bezzerides, sceriffo della Contea di Ventura, è spesso in contrasto con il sistema che serve. Quando Paul Woodrugh, un veterano di guerra e agente in motocicletta, scopre la scena del crimine, innesca un’inchiesta che coinvolge tre gruppi di forze dell’ordine, molteplici collusioni criminali e miliardi di dollari.

NAZIONE Stati Uniti | ANNO 2015 | GENERE Drammatico | IDEATORE Nic Pizzolatto

Annunci

4 pensieri su “True Detective (2° stagione)

  1. datraversa ha detto:

    La prima stagione di True Detective è, per me, un capolavoro. Ho amato ogni aspetto: partendo dalla regia e dalla fotografia tecnicamente perfette fino ad arrivare ai personaggi ed alle loro interpretazioni. I monologhi, le riflessioni sulla vita e sulla morte di Rust, poi, danno un tocco filosofico alla serie, rendendola più complessa e interessante.

    La seconda stagione l’ho trovata non all’altezza della prima, a causa di qualche buco di trama e di qualche esagerazione, ma, nel complesso, l’ho apprezzata molto, anche perché mantiene il livello altissimo della prima serie per quanto riguarda regia e fotografia. La recitazione è buona ed i personaggi sono il punto di forza maggiore di TD2, anche se sono meno profondi ed interessanti dei due protagonisti della prima stagione.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...