Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato (2012)

Lo Hobbit – Un viaggio inaspettato

Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato (2012)L’OPINIONE Alla domanda “Ti è piaciuto?”, ho risposto “Non ne sono sicuro”. Ho avuto la sensazione di una sceneggiatura tirata allo stremo pur di dividere una storia in tre film, con la speranza di eguagliare “Il signore degli anelli“. Ora, non posso dire che sia un cattivo film, ma nemmeno che sia il capolavoro che a suo tempo fu “La compagnia dell’anello“. In fondo, questa, è una storia unica e molto più breve della precedente trilogia, e suddividerla in questo modo, mi sa troppo di esagerato. Certo, è tutta questione di marketing, ma è veramente troppo. Diviso in due, poteva anche bastare. Detto la parte negativa, posso dire che è comunque un capolavoro tecnico/recitativo. Tutto è perfetto, e tutto funziona nel modo giusto. Purtroppo ho avuto il dispiacere di vederlo in un pessimo cinema (cinema Alambra di Cava de’ Tirreni), dove la bellezza del colore, del 3D, sono stati completamente distrutti. Per il secondo episodio starò attento alla scelta della sala. Comunque, dicevo, che è un’esplosione di tecnologia, accompagnato da una impeccabile regia e recitazione. Tutto funziona nel modo migliore, e quindi pur essendo lungo, e forse con troppi tempi morti, alla fine risulta coinvolgente. In ultimo, vorrei parlare della colonna sonora, che come per la prima trilogia, anche qui è eccezionale. Insomma, un film che va assolutamente visto, ma senza nessuna particolare aspettativa.

TRAMA Sessant’anni prima che Frodo desse inizio al suo viaggio verso Gran Burrone e oltre, suo zio Bilbo Baggins si godeva la calma della Contea e l’assenza di avventure (fastidiose scomode cose che fanno far tardi a cena) fino al giorno in cui Gandalf il Grigio non si presentò alla sua porta e lasciò su di essa un segno. Poco dopo, uno dopo l’altro 12 nani e il loro capo Thorin Scudodiquercia, prendevano possesso della casa dello hobbit Bilbo e della sua dispensa, per arruolarlo e partire con lui alla riconquista del vecchio regno dei nani, Erebor, da troppo tempo nelle grinfie del terribile drago Smaug.

NAZIONE Nuova Zelanda, Stati Uniti | GENERE Fantastico | ANNO 2012 | REGIA Peter Jackson

Annunci

3 pensieri su “Lo Hobbit – Un viaggio inaspettato

  1. Grizzly ha detto:

    Concordo su tutta la linea, ma aggiungo che a questo punto promette di diventare una saga che sarà piacevole guardare tutta assieme in una domenica di relax dedicando la mattina all’incipit, il pomeriggio alla seconda parte e la sera alla terza, tanto per non perdere il filo dell’argomento. (-:

    Detto questo, anche io l’avrei ristretto in solo due film, se proprio c’era da stirare così tanto la trama… comincio ad essere un tantino perplesso riguardo cosa attendersi dai prossimi due capitoli…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...