Falling Skies (1° stagione)

Falling SkiesL’OPINIONE Una serie assolutamente straordinaria. La trama è ottima. Gli alieni sono sulla terra e l’hanno attaccata, ma tutto non termina nel semplice conflitto. C’è dietro una storia che va dall’onore di un soldato, fino all’amore di un padre per il figlio. Una storia di amicizie forzate e di amori nati. Intrighi, inganni, ne fanno anche un thriller. Insomma una trama perfetta per una serie tv del genere. La realizzazione poi fa aumentare il livello del tutto. Effetti speciali, combattimenti all’ultimo proiettile. Astronavi, basi aliene di tutto rispetto. Non manca nulla a Falling Skies…non manca nemmeno l’aggancio alla serie successiva, che mi auguro ci sia, con un finale che lascia con una curiosità incredibile. Attendiamo la seconda stagione, sperando che non tardi troppo ad arrivare.

TRAMA Una razza aliena, gli Espheni, ha invaso il suolo terrestre sterminando gran parte degli umani. L’esercito di Espheni è quasi indistruttibile perché dispone di potentissime armi e vanta micidiali alleati come gli Skitter: degli enormi ragni a sei zampe dal grande potere distruttivo.

A far fronte a questa minaccia c’è un gruppo di sopravvissuti appartenenti al reggimento Seconda Massachusetts e guidati da Tom Mason (Noah Wyle), un ex professore di storia.

Rifugiatisi in una scuola abbandonata daranno vita a uno scontro sanguinoso con gli Skitter che mirano a impiantare un dispositivo alieno che controlla le menti umane.

Nella lotta uomo contro alieno chi avrà la meglio?

NAZIONE Stati Uniti, Canada | GENERE Sci-Fi | ANNO 2011 | IDEATORE Robert Rodat

Annunci

Un pensiero su “Falling Skies (1° stagione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...