Il Signore Delle Mosche

Il signore delle mosche

Il Signore Delle Mosche

L’OPINIONE Beh, devo dire che mi ha messo un bel po’ di angoscia. E’ incredibile credere che un gruppo di ragazzini possano arrivare a comportarsi in questo modo…ma non impossibile. La storia poi cerca di mettere in luce tanti aspetti della società, come la ricerca del potere assoluto su tutti. La sottomissione da parte di altri perché non capaci di prendere da soli decisioni. Il seguire qualcuno solo perché promette. Questi e tanti altri aspetti tocca questa storia che resta comunque molto cruda.

TRAMA Il film è ambientato nel 1984 (anno futuristico dell’epoca), durante il quale è in corso una guerra nucleare. Alcuni ragazzi inglesi hanno evacuato la città con un aereo, precipitato in un’isola deserta durante una tempesta. Due ragazzi, Ralph e “Il Bombolo” i quali sembrano gli unici sopravvissuti alla tragedia, trovano sull’isola una conchiglia che, utilizzata come “tromba” richiama altri ragazzi sopravvissuti al disastro e giunti sull’isola, tra cui Jack, Simon e i gemelli Sam e Eric. I ragazzi si rendono conto del fatto che, trovandosi in un’isola deserta, sono fuori dal controllo dei genitori e altri adulti e che occorre organizzarsi per sopravvivere in quel luogo isolato dal mondo: per prima cosa eleggono Ralph come capo e si organizzano in due gruppi: il primo è capeggiato da Ralph, il secondo da Jack e costituito dai ragazzi del coro, che si occuperà di cacciare e procurarsi il cibo. La maturità dei ragazzi viene messa a prova a causa di alcuni fatti che turbano i naufraghi: uno di loro, Simon, chiede agli altri come fare per sopravvivere alla “bestia che striscia”, che inizialmente i ragazzi con considerano (a causa delle continue allucinazioni di Simon), ma che viene presa con serietà quando un dei bambini, Percival Wemys Madison afferma di aver visto la Bestia venir fuori dal mare; il gruppo di divide definitivamente quando, dopo il passaggio di un aereo che li avrebbe portati in salvo, Ralph accusa Jack e i cacciatori di non avere lasciato acceso un fuoco precedentemente acceso in modo che qualcuno li potesse individuare. La situazione crolla e Jack decide di offrire alla bestia una testa di maiale attaccata a un bastone piantato in terra e brulicante di insetti (appunto il “signore delle mosche”) e organizzare un rituale la sera stessa. Il Signore delle Mosche “parla” a Simon, il quale decide di recarsi nelle rocce dove si rifugia la bestia e, dopo aver scoperto che si tratta di un cadavere di un paracadutista mosso dal vento, torna dai compagni, ma viene scambiato da Jack per il mostro stesso e viene ucciso. La mattina dopo Ralph e Bombolo si recano nelle rocce dove si trovano Jack e i cacciatori (che come punizione per i traditori condannano Peter a entrare nella grotta del mostro) per convincerli che è inutili combattere, ma Jack scaglia un enorme masso su Bombolo uccidendolo. Jack, ormai in preda alla follia, da fuoco alla foresta nella speranza di uccidere Ralph, l’ultimo rimasto del gruppo rivale, ma quando ormai per quest’ultimo sembra essere giunta la fine, una squadra di marines giunge sull’isola dopo aver visto l’incendio per salvare i naufraghi.

NAZIONE Gran Bretagna | GENERE Drammatico | ANNO 1963 | REGIA Peter Brook

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...